Stress da caldo nei bovini da latte

Fertilità negli Ovicaprini
aprile 18, 2018
Vitellaia e Colostro..
luglio 30, 2018

Studi scientifici hanno verificato che l’alimentazione del bovini da latte è particolarmente delicata in estate. Accortezze alimentari e gestionali possono preservare produttività e fertilità nell’allevamento di vacche da latte.

Durante le alte temperature estive infatti la vacca da latte cerca di dissipare la massima quantità di calore possibile; una delle strategie fisiologiche che può mettere in atto è la vasodilatazione periferica: questo favorisce un maggiore afflusso di sangue verso le zone esterne e quindi una maggiore dispersione termica.

Boumgard, dell’Iowa State University, ha dimostrato che a un aumento della vasodilatazione periferica corrisponde un fenomeno di vasocostrizione a livello intestinale, con contrazione dei villi e riduzione della capacità di assorbire i nutrienti.
È stato anche osservato come il ridotto afflusso di sangue quindi la scarsa disponibilità di ossigeno porti ad un aumento di danni tessutali, sempre a livello intestinale. La stessa ricerca ha anche messo in evidenza che la ridotta produzione di latte è dovuta per il 50% alla perdita di ingestione volontaria, e per l’altro 50% all’effetto dello stress da caldo sulle modificazioni fisiologiche dell’intestino.

Un’altra problematica da non sottovalutare, sempre legata alla vasocostrizione enterica è la riduzione della barriera intestinale e l’incremento della permeabilità, questo facilità l’assorbimento di endotossine e patogeni che hanno quindi la possibilità di infiltrarsi all’interno dell’organismo, peggiorando lo stato di salute della vacca (es.: aumento delle cellule somatiche e dei casi di mastite).

Continua a leggere per scoprire tutti i suggerimenti Tecnozoo per affrontare al meglio l’estate. Scarica la rivista:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.